Categorie
Uncategorized

MUSICOTERAPIA PRENATALE

APRITI CUORE
Musicoterapia prenatale

Venerdì 18.15-19.30 con Francesca Scanu
Percorso di gruppo | Max 10 persone
Possibilità di incontri individuali |

Prenotazioni: telefono: 3880989286  mail: francescascanu.musicoterapia@gmail.com

Apriti cuore è un percorso espressivo per donne in gravidanza, ha una durata di due mesi e gli incontri sono a cadenza settimanale. 

Durante gli incontri ci dedicheremo alla scoperta di un elemento centrale: il corpo. Lavoreremo sulla ri-scoperta di un corpo trasformato dalla gravidanza, impareremo come ascoltarlo e come sviluppare la capacità di sentirlo nelle sue parti, lasciandolo libero di esprimersi. Lavoreremo sulla respirazione, sul rilassamento e sull’uso della voce, da usare come possibile alleata durante il travaglio, ma anche come canale espressivo che, se sbloccato, ci permette di lavorare sui nostri vissuti emotivi, legati alla gravidanza e non. 

Apriti cuore è uno spazio per sé, uno spazio di ascolto profondo, da regalarsi per imparare a lasciarsi andare, a fare spazio per il nuovo che la gravidanza porta con sé, dentro e fuori di noi. 

Cosa facciamo?

Gli incontri della durata di un’ora e un quarto prevederanno una cornice fissa alla quale, di volta in volta, si aggiungeranno proposte espressive di diversa natura. Cominceremo sempre con un momento di rilassamento e centratura, per accertarci di essere veramente presenti durante le esperienze. A questo seguirà la parte dedicata agli esercizi di respirazione e al canto carnatico, fondamentali per un travaglio di breve durata e il più sereno possibile. Il resto dell’incontro varierà a seconda delle settimane, ma le esperienze proposte saranno scelte fra un ventaglio di opzioni provenienti dal mondo delle arti-terapie in generale. 

Musicoterapia, prima fra tutte, perché il canale sonoro-musicale è il primo modo con cui impariamo a conoscere il mondo, prima ancora di nascere. É quello che usano i vostri bambini mentre li portate in grembo ed è quello che farà da ponte fra la vita prenatale e quella postnatale. 

Useremo il canto, l’improvvisazione vocale, quella strumentale e il dialogo sonoro per esplorare le possibilità di questo canale espressivo. Naturalmente non serve essere cantanti o musicisti, né avere competenze musicali pregresse. 

Così come non servirà essere danzatori o artisti per fare esperienze di movimento, anche in gruppo, o di arteterapia grazie all’uso di materiali artistici, tessuti, gomitoli, cartoncini ecc

Servirà anche al mio bambino?

Apriti cuore è un percorso prima di tutto per le mamme. Alla base di questa scelta c’è l’idea che tutto parta da voi e che prendersi cura del benessere della mamma abbia un impatto positivo anche sul benessere del bambino. 

La musicoterapia ci sarà utile per imparare a prendere confidenza soprattutto con la respirazione e con la vostra vocalità, nell’ottica del parto – da un lato -, ma anche pensando a quanto la voce materna è centrale nell’esperienza di ascolto del bambino durante la vita prenatale. La vostra voce è, infatti, una delle poche cose che il feto conosce di voi fin da prima di nascere e continuerà ad essere un faro, una fonte di sicurezza, anche dopo la nascita. 

Le esperienze musicali, inoltre, sono in grado di stimolare cognitivamente e musicalmente il bambino, a partire dal sesto mese di gravidanza, nonché di favorire la relazione mamma-bambino. Sentirete i vostri bambini muoversi durante le attività musicali e di movimento e tentare di comunicare con voi, esprimendo gusti e preferenze.


FRANCESCA SCANU
Musicoterapeuta | Educatrice di scuola dell’infanzia | Laureata in semiotica e al DAMS

Francesca nasce in Sardegna e si trasferisce a Bologna nel 2011 per motivi di studio. Si laurea a Bologna prima in Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo e poi in Semiotica. Al convegno mondiale di Semiotica scopre le artiterapie e la musicoterapia in particolare. Da sempre interessata alla musica e al canto, decide di specializzarsi presso la Scuola Triennale di Specializzazione in Musicoterapia “G. Ferrari”, a Padova. Contemporaneamente comincia a lavorare come educatrice nelle scuole dell’infanzia del Comune di Bologna. Dal 2022 comincia a facilitare percorsi di musicoterapia di gruppo e inizia la collaborazione con l’Associazione Sharazad con percorsi di musicoterapia prenatale.